:::: Disegna il tuo Futuro ::::

Agraria, Agroalimentare e agroindustria

L’istituto Tecnico offre una formazione tecnica e scientifica di base molto richiesta dal mondo del lavoro e delle professioni utile anche per proseguire gli studi negli Istituti Tecnici Superiori e all’università soprattutto nei corsi di laurea di tipo scientifico,tecnologico ed economico.
Ha una durata di 5 anni ed è suddiviso in due bienni e un quinto anno, al termine del quale gli studenti sostengono l’esame di Stato e conseguono il diploma di Istruzione Tecnica.
Sono previste 1.056 ore annuali pari a una media di 32 ore settimanali. Le materie comuni agli indirizzi sono: italiano, inglese, storia, matematica, diritto ed economia, scienze integrate, scienze motorie e sportive, religione o attività alternativa. All’ultimo anno, si introduce l’insegnamento di una disciplina tecnico-professionale in lingua inglese.
Il laboratorio è centrale nel processo di apprendimento; sono previsti stages, tirocini e percorsi di alternanza scuola-lavoro per apprendere in contesti applicativi. I diplomati degli istituti tecnici si occupano prevalentemente della ideazione, progettazione, produzione/gestione del prodotto.

Nel Settore Tecnologico, dopo il biennio comune, si prosegue nei tre anni successivi in diversi indirizzi (in questo caso l'indirizzo Agraria, Agroalimentare e agroindustria) con piani di studio mirati ad approfondire settori specifici del mondo del lavoro e delle professioni.

 

Competenze:

Al termine del percorso il diplomato in questo indirizzo è in grado di:

  • Condurre tecnicamente aziende agrarie e zootecniche anche nella dimensione cooperativa-consortile
  • Collaborare alla realizzazione di processi produttivi ecosostenibili con l’utilizzo delle ricerche più avanzare.
  • Controllare la qualità delle produzioni sotto il profilo fisico - chimico, igienico ed organolettico
  • Realizzare attività promozionali per la valorizzazione di prodotti tipici agroalimentari

Consigliato a:

Per affrontare questo percorso è necessario un forte interesse per la natura e l'ambiente e una spiccata sensibilità per i temi dell'ecologia.
Inoltre può essere di aiuto la precisione, la versatilità, la capacità di organizzazione e una buona manualità.

Articolazioni:

Lo studente al terzo anno può scegliere tra 3 articolazioni:

“Produzioni e trasformazioni” nella quale si approfondiscono le competenze rispetto a:

  • organizzazione delle produzioni animali e vegetali
  • trasformazione e commercializzazione dei prodotti del settore
  • utilizzo delle biotecnologie

 “Gestione dell’ambiente e del terriotorio” nella quale si approfondiscono le competenze rispetto a:

  • Controllo di progetti, processi  e attività nel rispetto delle normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro
  • Interazioni tra sistemi energetici e ambiente

“Viticoltura ed enologia” nella quale si approfondiscono le competenze rispetto a:

  • Sistemi biochimici, biologici, microbiologici e anatomici
  • Utilizzo delle principali tecnologie sanitarie nel campo biomedicale, farmaceutico e alimentare

Questo indirizzo è consigliato a chi  :

  • Ha interesse per le produzioni e trasformazioni dei prodotti agrari, agroalimentari e agroindustriali anche zootecnici.
  • Ha interesse alla qualità e tracciabilità dei prodotti agroindustriali.
  • Ama la vita all’aria aperta.
  • Vuole valorizzare le risorse del territorio rispettando l’ambite e migliorare la qualità dei prodotti dell’agricoltura per il benessere delle persone e lo sviluppo economico.

Ambiti e sbocchi professionali, prosecuzione degli studi:

Al termine di questo percorso il /la diplomato/a avrà accesso a tutti i percorsi universitari, potrà proseguire gli studi nei corsi IFTS, nei corsi di formazione professionale post diploma o iscriversi agli Istituti di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.
Potrà inserirsi direttamente nel mondo del lavoro e accedere ai percorsi di studio e di lavoro previsti per l'accesso agli albi delle professioni tecniche secondo  le norme vigenti in materia.

Sbocchi professionali:

  • partecipare ai concorsi pubblici
  • lavorare come tecnico di laboratorio adibito ai controlli nei settori farmaceutico, chimico, merceologico, bromatologico, ecologico e dell'igiene ambientale, ecc.
  • svolgere mansioni di ricerca e di analisi nei reparti di sviluppo di produzione e di controllo-qualità nelle industrie di ogni ordine e grado e nei laboratori
  • svolgere la libera professione

Orario Settimanale:



Scuole ed Enti di Formazione