:::: Disegna il tuo Futuro ::::

Progetto Adolescenti e adulti contro la violenza di genere

Il progetto finanziato dall’UPI (Unione delle Province d’Italia) è attivato in partnership fra le Province  di Savona (capofila), Genova e Venezia

Il contesto del problema e l’esigenza di contrastare la violenza di genere

Negli ultimi anni si è assistito ad un crescendo di episodi di violenza contro le donne a scuola, nei luoghi pubblici, in discoteca, tra le mura domestiche. L’età delle vittime e degli aggressori si abbassa sempre di più e interessa trasversalmente tutti i ceti sociali. L’entità del fenomeno evidenzia la necessità di informare e sensibilizzare in modo diffuso ed adeguato le nuove generazioni per renderle più capaci di riconoscere, affrontare e fronteggiare ogni forma di violenza e prevenire il riprodursi di modelli comportamentali violenti. Per un efficace contrasto alla violenza è necessario partire dalla comprensione dei pensieri di chi la agisce e di chi la subisce e interrogarsi sugli stereotipi presenti nel rapporto uomo/donna. Questi stereotipi sono trasmessi il più delle volte inconsapevolmente dai genitori ai figli, dalla scuola agli studenti, senza tralasciare i media e i programmi televisivi che condizionano i nostri pensieri e comportamenti.

 L’obiettivo del progetto

 Favorire l'acquisizione di modelli relazionali “sani” e “responsabili” sensibilizzando I giovani e accrescendone la consapevolezza in relazione alla tematica della violenza di genere e prevenire tale fenomeno diffondendo tra i giovani la cultura dei diritti della persona e modelli di relazione basati sul rispetto e l’accoglienza delle diversità.Per questi motivi il punto fondamentale del progetto è perseguire l’innovazione nella promozione di una cultura di genere rivolta ai giovani coinvolgendo anche le famiglie e gli insegnanti e sviluppare in modo condiviso azioni sperimentali di sensibilizzazione alla collettività.

 Destinatari del progetto

 Nell'ottica di un' azione che promuove l'intesa e la condivisione tra giovani e figure adulte significative per la prevenzione precoce della violenza, sono stati individuati come destinatari diretti dell'intervento gli studenti che frequentano il I anno degli Istituti Superiori di II grado (con una media d'età di circa 14 anni), i loro genitori e parte del corpo docente. Sono state pertanto coinvolte 4 classi prime di un Liceo (Liceo artistico Klee-Barabino), un Istituto Professionale (Caboto di Santa Margherita), un Istituto Tecnico (Majorana-Giorgi) e di un Ente di formazione (ASFOR) con i loro genitori e docenti.

 Realizzazione

Presentazione:

  1. Presentazione dell’iniziativa ai referenti (dirigenti scolastici e docenti) degli Istituti Superiori di II grado individuati attraverso un incontro.
  2. Selezione e definizione di 4 classi campione da realizzarsi in autonomia organizzativa a livello locale
  3. Individuazione di un insegnate referente

Ricerca Azione:

  1. Somministrazione di questionari anonimi da parte di personale specializzato sul tema agli  studenti, ai docenti e ai genitori per sondare l’opinione rispetto ai pregiudizi e al livello della consapevolezza sul tema delle pari opportunità
  2. focus group con ogni gruppo classe per riflettere sui temi e le dinamiche fatte emergere nella compilazione del questionario: il lavoro di confronto facilitato da personale qualificato metterà al centro gli aspetti più critici che i giovani ritengono importante approfondire
  3. seminari di restituzione presso ogni Istituto scolastico rivolti a tutti gli studenti/docenti delle scuole partecipanti per presentare i  risultati dei questionari e conoscere l’esperienza di approfondimento degli studenti e delle famiglie finalizzata a fornire utili indicazioni per futuri interventi di sensibilizzazione

 Campagna di informazione (da settembre a novembre)

  1.  Elaborazione dei prodotti informativi, anche multilingue, e dell'impianto grafico
  2. Diffusione e promozione dei materiali presso le scuole, i luoghi di aggregazione giovanile e la cittadinanza
  3. Individuazione di siti web già esistenti dove dare visibilità alle attività del progetto e fornire un ulteriore strumento per favorire il coinvolgimento dei giovani (forum, servizi di ascolto/consulenza online)

   Risultati attesi a fine progetto

  1. Elaborazione e diffusione di modelli alternativi di attrattiva dei ragazzi per creare modelli di affettività basati sul rispetto dell'altro sesso
  2. Miglioramento della sensibilizzazione al target giovanile (14 – 30 anni) sul tema della violenza di genere
  3. Rafforzamento del senso di protagonismo e del coinvolgimento attivo degli adolescenti nella definizione dei messaggi della campagna informativa.