:::: Disegna il tuo Futuro ::::

PROGETTO P.A.R.I.

Progetto P.A.R.I. ( Percorsi Antidispersione, Recupero , Inclusione)

Inclusione di giovani provenienti da contesti svantaggiati con un focus sull’integrazione dei giovani stranieri

Bando dell’UPI (Unione Province italiane)  Azione province Giovani 2013

Capofila : Provincia di Genova
Partner : Provincia di Alessandria e Provincia di Reggio Calabria

 

Evento finale

Giovedì 29 maggio 2014, ore 9,30

 Teatro della Gioventù, Via Macaggi 92 A - Genova

Ascoltare, valorizzare, educare : percorso di riflessione con studenti, docenti ed esperti

Il progrnamma è scaricabile negli allegati.

Il progetto vuole focalizzare l’attenzione sull’abbandono della scuola dell’obbligo, fenomeno che rappresenta la punta dell’iceberg del disagio e dell’esclusione sociale. L’Italia ha un tasso di abbandono scolastico del 18,2% degli under 25 ; ( 1 su 5 - 6 punti più alto della media europea ) e si colloca in fondo alla classifica europea ( 24° posto precedendo solo Spagna, Portogallo e Malta). L’Incidenza degli abbandoni è maggiore per i maschi che per le femmine e coinvolge ben il 21,3% dei giovani del mezzogiorno e il 16% dei coetanei del centro nord.

Si consideri inoltre che l’Italia è : 22esima per giovani con basso livello d’istruzione – il 28,7% tra i 25 e i 34 anni (1 su 4); con un tasso di disoccupazione giovanile del 38, 4% degli under 25, il quarto peggior risultato a livello europeo, mentre i NEET (giovani che non lavorano e non sono in formazione) sono 3 milioni e 200.000 e posizionano il nostro paese al 25 esimo posto su 27.

Obiettivi generali :
• Prevenire l’insuccesso scolastico e recuperare i minori a rischio di dispersione  ed esclusione sociale con un focus particolare sugli adolescenti stranieri.
• Incentivare atteggiamenti includenti e socializzanti di contrasto all’illegalità e al bullismo e favorire l’inclusione sociale dei minori migranti nella società di accoglienza.

Obiettivi specifici:
• Rimotivare alla frequenza scolastica i ragazzi provenienti da paesi stranieri (insieme a coetanei italiani) a forte rischio di dispersione, tramite esperienze formative di tipo laboratoriale presso le agenzie formative accreditate ;
• Favorire l’acquisizione di competenze certificate, attraverso percorsi differenziati in base alle caratteristiche e necessità dei ragazzi nell’ottica di una didattica personalizzata;
• Favorire il superamento dell’Esame di stato al termine del primo ciclo tramite la presentazione come prova multidisciplinare , prevista dalla vigente normativa, del prodotto elaborato durante il percorso laboratoriale;
• Supportare l’accoglienza e l’orientamento scolastico degli studenti migranti tramite momenti di incontro collettivi e individuali, per ridurre le difficoltà psicologiche derivate dall’inserimento in un ambiente nuovo e per molti aspetti estraneo e favorire la scelta del percorso scolastico futuro;
• Supportare le famiglie degli alunni migranti, al fine di rendere i genitori maggiormente coinvolti nel processo formativo dei figli attraverso colloqui strutturati con lo psicologo,
• Aumentare la consapevolezza degli adolescenti sui temi della legalità e della cittadinanza.
• Aiutare i ragazzi di seconda generazione nel percorso di integrazione e riconoscimento del proprio lavoro.

Destinatari: minori frequentanti le classi terze delle scuole secondarie di primo grado ( classe di età 14-17)delle province di Genova, Alessandria, Reggio Calabria  con particolare riferimento alle aree con maggior concentrazione di studenti stranieri, maschi e femmine ,individuati dalle scuole secondarie di primo grado aderenti al progetto fra coloro a maggior rischio di esclusione scolastica e sociale.

Attività previste: Il progetto prevede la messa in rete di scuole secondarie di primo grado e agenzia formative per l’attivazione di circa 28 laboratori integrati scuola/formazione rivolti a minori svantaggiati.
Si tratta di un’offerta formativa che, a seguito di un’azione di orientamento, affianchi e supporti il percorso scolastico degli allievi in difficoltà, dando una risposta ai problemi sollevati. L’azione formativa è finalizzata a recuperare le risorse personali degli studenti, mettendoli in condizione di raggiungere traguardi formativi significativi tramite percorsi differenziati in base alle loro caratteristiche e necessità. La manualità impiegata per realizzare “oggetti belli e utili” contribuisce al potenziamento della soddisfazione personale e dell’autostima ( spesso abbattuta da ripetuti insuccessi scolastici) e favorisce una più positiva modalità di relazione reciproca. Parallelamente si vuole anche porre attenzione alla dimensione “etica” migliorando la consapevolezza sui temi relativi alla cittadinanza e alla legalità attraverso attività di tipo seminariale di cui potranno beneficiare un maggior numero di studenti.

Risultati attesi: Risultati di tipo educativo e didattico: attraverso le attività laboratoriali è possibile permettere l’acquisizione di un metodo e sviluppare negli adolescenti una maggiore conoscenza di sé e delle proprie attitudini, motivare i ragazzi allo studio per favorire l’apprendimento dei contenuti disciplinari fornendo gli strumenti atti a prevenire il disagio e la dispersione scolastica conseguendo il successo formativo.
Risultati di tipo ambientale e sociale: attraverso l’aggregazione e la condivisone di momenti “pratici”accompagnati da personale esperto è possibile superare l’emarginazione sociale in particolare dei ragazzi stranieri favorendo l’integrazione all’interno di un”gruppo di pari”.

Caratteristiche del Partenariato: Il progetto è promosso e sostenuto da una partnership che può contare su una consolidata esperienza istituzionale di programmazione e partecipazione ad azioni dedicate alle politiche giovanili. In particolare in questo caso si tratta anche di un trasferimento di esperienze dalla Provincia di Genova a quelle di Alessandria e Reggio Calabria come buona prassi contro la dispersione nella scuola dell’obbligo e l’esclusione sociale.

Per ulteriori informazioni sull'iniziativa finanziata dall'Unione delle Province d'Italia cliccare su /www.azioneprovincegiovani.it